Pax Appeal

PaxAppeal è uno stato d’animo e d’intelletto che ATTRAE alla “facilitazione” della conflittualità. Opera con magnetismo emozionale e approccio creativo alla ragionata e pacifica composizione delle liti.

Vai alla sezione

Progetto Comm-Unico

Progetto Comm-Unico è un progetto strategico di base per la diffusione della Conciliazione e Mediazione delle liti in Italia. Prevede intuizioni e visioni sulla Mediazione basate sull’ uso della Telematica, e fa emergere la figura del facilitatore, come professionista Negoziatore di parte.

Vai alla sezione

Pensatoio Think-tank

In questa sezione sono raccolti gli spunti di riflessione dello Studio del Dottor Gian Marco Boccanera, in termini di serbatoio di pensiero creativo (creative think-tank). 

Vai alla sezione

Il Pensatoio Think Tank

La Corte Costituzionale giudica l'obbligatorietà della mediazione

. Posted in Think Tank

La Corte costituzionale giudica:


sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, dello Stato (estratto art 134 Costituzione)…..

Quando la Corte dichiara l'illegittimità costituzionale di una norma di legge o di atto avente forza di legge, la norma cessa di avere efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione (estratto art 136 Costituzione).


 

La Corte costituzionale è chiamata a giudicare la legittimità o meno dell’impianto obbligatorio della mediazione civile e commerciale in Italia. Se venisse dichiarata legittima, la Mediazione finalizzata alla conciliazione diverrebbe per molte materie oggetto di contenzioso lo strumento obbligatorio e “naturale” di possibile risoluzione delle controversie ante causam. Se, al contrario, fosse dichiarata illegittima, la Mediazione  finalizzata alla Conciliazione diverrebbe solo volontaria e non obbligatoria, dipendendo il suo effettivo utilizzo dalla volontà di tutte le parti in conflitto, all’unanimità tra loro.


Abbiamo visto nella passata esperienza di cittadini italiani qual è stato il vantaggio della portata obbligatoria delle grandi innovazioni di costume e di abitudini del nostro Popolo. L’obbligo del casco per i motociclisti, come l’obbligo delle cinture di sicurezza per gli automobilisti, nonché la patente a punti o il divieto di fumare al chiuso nei luoghi pubblici, si sono dimostrati di grande valore collettivo per aver innestato nel Popolo la convinzione dell’ “opinio iuris ac necessitatis” di quella che poi è diventata una consuetudine di costume.


Semplice quando indispensabile, nella sua iniziale obbligatorietà che ha consentito ai cittadini la ripetizione costante ed uniforme del comportamento obbligatorio, perché giuridicamente dovuto. Quel comportamento che poi automaticamente è entrato nell’immaginario collettivo quale normale abitudine di tutti i giorni. L’obbligatorietà iniziale della scelta ha dato luogo al miglioramento delle abitudini e dei comportamenti, dal lato individuale e dal lato collettivo.



Oggi svuotare la Mediazione/Conciliazione della sua obbligatorietà rischia di azzerare, oltre che le aspettative di tutti quei cittadini, tantissimi, che hanno seguito il percorso di legge per accreditarsi come conciliatori, soprattutto le aspettative di miglioramento di SistemaPaese che dalla Mediazione possono trarre il meme più diffusivo.

Meno conflittualità, meno antagonismo, meno avversarialità  consentono di esprimere una visione di tutela e miglioramento di Sistema, poiché avvicinano le posizioni, mediano sui blocchi, realizzano il superamento delle ideologie e delle posizioni psicologiche di arrocco, disseminano empatia e conoscibilità del peso della posizione avversa, accreditano l’emersione delle migliori pratiche, consentono la riscoperta del ruolo sociale delle professioni, cioè fanno da traino ad innumerevoli circoli virtuosi immediatamente spendibili e senza oneri aggiuntivi per il bilancio dello Stato.


Consentire la permanenza dell’obbligatorietà della Mediazione/Conciliazione permette di far entrare nel Patrimonio Collettivo un’abitudine, un modo di fare quotidiano, un modo di porsi, più rispettoso dell’ “altro da sé” , più empatico, più teso alla conservazione e miglioramento dei rapporti interpersonali. E in sommatoria tra loro le posizioni comportamentali di ciascuno così orientate consentono di rendere migliorabile l’intero SistemaItalia.

Gian Marco Boccanera

Contatti

c_Telefono Telefono
+39 06.77.07.36.80
c_Skype Skype
gian.marco.boccanera
c_Agenda Appuntamento
richiedilo qui!
c_Email

Clicca qui per inviarci una mail

Consulenza-prepagata-bottone 

Consulenza prepagata 

Libri

Disponibile il nuovo Libro Atti Convegno PaxLab "Conciliazione: Un'Opportunità per il Sistema-Paese?

Nuove frontiere per lo sviluppo strategico delle professioni liberali"

Compra ora il libro

Ancora disponibile Libro su "Conciliazione & Strategia: Meme evolutivo del Sistema-Paese" .

Compra ora il libro

 

La Carta dei Servizi


 

Ci trovi su...

social_facebook_box_blue_128googleplus_box_red_64social_twitter_box_blue_128youtube_logosocial_linkedin_box_blue_128studioboccanera xingsocial_rss_box_orange_128

 



Network

Cerca

images

 

Aforismi e Philosophia

M.Twain

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avrete fatto, ma di quelle che non avrete fatto.        ... Read More...
IMAGE Oscar Wilde (uno)

      Sono solo i superficiali a non giudicare dalle apparenze. Oscar Wilde   GUARDA IL VIDEO>> Read More...
J.M.Keynes

L'amore del denaro come possesso... sarà riconosciuto per quello che è: una passione morbosa, un po' ripugnante, una di quelle propensioni a metà... Read More...
F.Nietzsche 2

Tutti gli uomini, di tutte le epoche, e ancora oggi, si dividono in schiavi e liberi perché chi non dispone di due terzi della sua giornata è uno... Read More...
Machiavelli (dieci)

Dal momento che l'amore e la paura possono difficilmente coesistere, se dobbiamo scegliere fra uno dei due, è molto più sicuro essere temuti che... Read More...
Machiavelli (nove)

Dove men si sa, più si sospetta.... Read More...
Machiavelli (otto)

Dove men si sa, più si sospetta.... Read More...
Machiavelli (sette)

Dove c'è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà.... Read More...
Edoardo 1

In questa vita nessuno può mettere il punto. Esiste soltanto il punto e... Read More...
Edoardo2

Signore, dammi il coraggio di cambiare la cose che possono essere cambiate, dammi la forza di accettare quelle che non possono essere cambiate e... Read More...
IMAGE Anthony Crosland

 Quelle stesse cose che una generazione considera un lusso, sono considerate dalla generazione successiva una necessità.... Read More...
John Maynard Keynes

Non è tanto difficile realizzare le idee nuove, quanto sfuggire  alle vecchie, radicate in ogni angolo del nostro... Read More...
IMAGE Gilbert K. Chesterton

      La differenza tra costruzione e creazione? La prima si può amare quando la si vede. La seconda si ama prima ancora che... Read More...
S. Agostino

La misura dell'amore è amare senza... Read More...
Eduardo

In questa vita nessuno può mettere il punto. Esiste soltanto il punto e... Read More...